Un piccolo consiglio nelle arti marziali

del M░ Andrea Vitali

2015

Sono ormai arrivato a 25 anni di arti marziali; ne ho praticate molte e approfondite seriamente poche. Penso che il primo requisito che debba avere un bravo atleta sia l'umiltÓ e per i Maestri quello dell'onestÓ. UmiltÓ e onestÓ dovrebbero andare "a braccetto". L'umiltÓ vuol dire approcciare ad uno sport/arte marziale in modo semplice e con animo dimesso, eseguendo le tecniche ed il percorso con la voglia di imparare senza sentirsi mai arrivati ed affidandosi seriamente al proprio Maestro, visto non come "venditore" di tecniche, ma come guida. L'onestÓ significa essere sinceri e veri verso tutti, senza omettere o inventare fatti accaduti o distorcendo la loro realtÓ. Purtroppo in merito a quest'ultimo concetto molti atleti novizi vengono ingannati da curriculum falsi o fortemente modificati con il solo fine di attirare persone. Per questo nel mio sito internet cerco di spiegare tutto con date e fatti documentati. Invito tutti gli atleti ad indagare sulla modalitÓ dei gradi acquisiti, sui percorsi formativi, sui contenuti degli eventi al fine di poter prendere le loro scelte solo dopo aver avuto la massima chiarezza dei fatti. Anche se tutti sbagliamo nella nostra vita, fidatevi solo dei fatti realmente accaduti e percorrete una strada nello sport/arte marziale che vi diverta, vi dia soddisfazioni, vi porti anche a fare sacrifici attraverso i due ingredienti che non devono mai mancare: umiltÓ ed onestÓ.

 

 Home Page

Chi Siamo

Dove siamo e Corsi

Hapkido

Technique

Brotherhood

Wellbeing

foto gallery

Articoli

Iscrizioni e Info

Seminari

News

Link