Domande e brevi risposte sulle arti marziali

Intervista della dott.ssa Letizia Renzi al dott. Andrea Vitali

L.R. In questa seconda parte dell'intervista vorrei addentrarmi sul mondo delle arti marziali chiedendole di chiarirci bene cosa sono.

A.V. Le arti marziali sono un percorso fatto di disciplina e tecniche di combattimento. Sono tante, proprio perché ognuna deriva da uno o più Maestri, da culture e da esigenze di lotta diverse.

L.R. ... sì, ma praticamente gli allenamenti in che cosa si differenziano?

A.V. Alcune arti marziali prediligono la lotta alla lunga distanza come il Tae Kwon Do, altre le proiezioni come il Judo, altre le leve articolari come l'Aikido, altre quasi esclusivamente le armi come il Kali filippino... o il Kendo, altre la lotta a terra come il Brasilian Ju Jitsu...

L.R. Quando ha iniziato a praticarle?

A.V. Ho iniziato nel 1991. Avevo 16 anni... quasi 17. Ho iniziato con il Tae Kwon Do. Dopo 2 anni ho iniziato a praticare anche tecniche di difesa personale che ho scoperto poi derivare dall'Hapkido.

L.R. Cosa l'ha spinta ad iniziare?

A.V. Curiosità e voglia di cambiare. Anche sentirmi più sicuro per strada.

L.R. Questo è generalmente lo stesso motivo che spinge i giovani ad avvicinarsi al mondo delle arti marziali?

A.V. Sentendo qua e là e allenando poi da molto tempo, penso che il motivo principale sia la ricerca di una maggiore sicurezza in se stessi e la voglia di sapersi difendere.

L.R. A chi consiglierebbe di iscriversi ad un corso di arti marziali?

A.V. A chiunque.

L.R. A che età si dovrebbe iniziare a praticare un'arte marziale?

A.V. Da piccoli, intorno ai 10 anni. Va benissimo anche da adolescenti, anzi forse meglio.

L.R. Prima dei 10 anni?

A.V. Sì, va bene lo stesso anche se troppo piccoli è meglio che si divertano facendo altro.

L.R. Ai bambini consiglierebbe di dedicarsi solo alle arti marziali?

A.V. No, no, assolutamente no. A 10 anni l'arte marziale è un bel gioco da vivere con i propri compagni e non esiste poi solo questo gioco.

L.R. ... e iniziare da adulti si può trovare lo stesso dei risultati?

A.V. Sì, certamente, dipende però da molti fattori tra cui l'esigenza del singolo, la motivazione, gli eventuali problemi di salute comprese soprattutto quelle osteo-arto-muscolari, il tempo che si ha a disposizione...

L.R. Quale arte marziale in genere consiglierebbe di praticare?

A.V. Ovviamente la mia... scherzo, qualsiasi dipende da molti fattori tra cui prima di tutto il piacere che si prova nell'esercitarsi in quella specifica disciplina marziale.

L.R. Consiglierebbe Hapkido?

A.V. Hapkido?... Certamente direi, ma a partire dai 10 anni, prima si può lo stesso, ma imparando solo alcune tecniche.

L.R. Come mai?

A.V. E' un'arte marziale dove se non si ha la consapevolezza di controllare la tecnica si rischia di arrecare seriamente danno al compagno di allenamento. A parte tutto qualsiasi arte marziale va bene, l'importante è stare bene con quella disciplina.

L.R. ... e se un genitore volesse iscrivere un figlio a fare un'arte marziale all'età di 6 anni, cosa consiglierebbe?

A.V. Lo stesso Hapkido, ovviamente in un corso bambini dove li facciano divertire. A quell'età l'Hapkido deve essere un gioco molto divertente e un modo per socializzare. Fondamentale è la figura dell'insegnante che a questo punto più che un istruttore deve essere un educatore.

L.R. A chi invece non consiglierebbe di praticare arti marziali?

A.V. Ai pigri e a chi si iscrive ai corsi con il motivo di trovare un compagno o compagna che sia.

L.R. Quale consiglio si sente di dare ad un giovane praticante?

A.V. Quello di non vedere i risultati da subito, ci vuole tempo.

L.R. A quali sacrifici, se così si possono definire, va incontro un atleta?

A.V. Praticare qualsiasi sport o suonare un qualsiasi strumento musicale richiede tempo e dedizione ... anche le arti marziali vanno incontro ad alti e bassi. Ci si sente mancare degli stimoli. Chiamiamola noia.

L.R. ... per vincere questa noia?

A.V. Non prendere decisioni affrettate, ma credere che allenandosi ci si migliora giorno dopo giorno, anche se non si vedono nell'immediato evidenti risultati.

L.R. Quali sono le maggiori difficoltà che si incontrano?

A.V. Ciascun praticante può trovarsi bene in'arte marziale e non in un'altra. Inoltre anche se avesse scelto bene (direi ha trovato la propria arte marziale, quella in cui si sente maggiormente a proprio agio) possono subentrare delle difficoltà nell'apprendere alcune tecniche e non altre.

L.R. Perché si sente parlare di tanti corsi di arti marziali?

A.V. Per motivi di violenza sulle donne.

L.R. Chi abbandona più facilmente un corso di arti marziali, gli uomini o le donne?

A.V. Decisamente le donne... coloro che ne necessitano di più rispetto agli uomini.

L.R. Perché allora gli iscritti (o meglio le iscritte) a questi corsi dopo poche lezioni abbandonano?

A.V. Perché purtroppo non si pratica per piacere, ma per necessità e questo porta prima o poi a lasciarle.

L.R. Si può decidere di chiudere il rapporto con le arti marziali?

A.V. Certamente, in qualunque istante.

L.R. Qual è generalmente il motivo per cui si chiude con le arti marziali?

A.V. Impegni lavorativi.

L.R. Che differenza c'è tra arte marziale e un corso di difesa personale?

A.V. Quando si insegna l'arte marziale si insegna quella specifica arte, tramandata così da anni, anche se poi ogni insegnante decide di insegnare uno specifico lineage (ramo dell'arte) o anche più lineage di cui è composta l'arte marziale in oggetto e chiaramente poi ci mette anche del suo. In un corso di difesa personale l'insegnante è completamente libero di scegliere quali tecniche far vedere, selezionandole bene dai corsi che ha frequentato (anche selezionandole da più arti marziali) e di cui dovrebbe essere esperto; in pratica nell'arte marziale si insegna il percorso completo della disciplina stessa, mentre è più facile trovare in un corso di difesa personale un mix di più tecniche provenienti da discipline diverse.

L.R. Qual è secondo lei un allievo modello?

A.V. Umile, grato, paziente, costante nella pratica (anche se poco ma costante)... in una sola parola disciplinato. So bene che non è facile seguire nel tempo tutte le "regole" imposte dalla maggior parte delle arti marziali tradizionali e i compiti dati dal Maestro, ma penso che non sia solo l'arte marziale a darti queste doti, ma subentra indiscutibilmente il carattere... l'arte marziale può dare maggiore disciplina.

L.R. Ne ha visti tanti di così "perfetti"?

A.V. Direi proprio di no. E' molto difficile "essere perfetti", questo vale per tutti. Direi qualcuno, sì qualcuno mi ha dato e mi dà molta soddisfazione. Di alcuni del passato ne ho ancora un bellissimo ricordo. Di alcuni ne ho perso le tracce e ci siamo salutati con tanto affetto. Altri, come accennavo, sono rimasti ancora.

L.R. Qualche suo vecchio allievo le ha lasciato un brutto ricordo?

A.V. A differenza di quelli che ho descritto prima, sono stati per fortuna rari ... purtroppo recitano solo la parte di bravi allievi quando invece ho visto nel momento della rottura solo acerbi praticanti presuntuosi e ingrati che hanno dimostrato il contrario di umiltà, gratitudine e quant'altro. In pratica il presuntuoso è quasi sempre poco preparato.

L.R. Com'è il suo rapporto con i suoi Maestri?

A.V. Di rispetto. Anche se sono il Maestro della nostra associazione e posso non aver condiviso alcune loro scelte, loro rimarranno sempre i miei Maestri.

L.R. Quali sono al dunque "i segreti" per poter capire bene le arti marziali?

A.V. Allenarsi quotidianamente.

L.R. Tutto qui?

A.V. Ebbene sì.

L.R. Anche 2 ore a settimana?

A.V. Meglio 2 ore a settimana costanti piuttosto che 10 ore settimanali fatte per un breve periodo interrotte da mesi e mesi di assenza. Si perderebbe molto. Anche se all'inizio della pratica si ha una comprensibile voglia di strafare, l'ideale sarebbe da 2 a 4 ore a settimana costanti (distribuite in 2 o 3 allenamenti settimanali) e qualcosina di più quando ci si prepara ad una competizione sportiva.

 

 

 Home Page

Chi Siamo

Dove siamo e Corsi

Hapkido

Technique

Brotherhood

Wellbeing

foto gallery

Articoli

Iscrizioni e Info

Seminari

News

Link